Canvas blog

RiskBlog

Come creare un'azienda che i dipendenti AMANO ❤️

close
Scritto da William Zisa
il luglio 16, 2020

Ogni team leader vive ogni giorno combattuto tra due necessità:


  • massimizzare le performance del team, spingendo le persone a dare il massimo
  • fare in modo che ad ogni collaboratore piaccia lavorare per la sua organizzazione, per quanto il lavoro sia talvolta faticoso

Bastone e carota 🥕 : spingere a grandi performance ma senza rendere il lavoro fonte di stress ed infelicità.

Per riuscire a godersi ogni giorno lavorando al massimo è necessario che ogni individuo si senta a proprio agio e nel proprio contesto ideale, condividendo obiettivi e visione con i propri colleghi. Ciò renderà lo sforzo quotidiano un piacere.

Uno dei peggiori errori che un manager può commettere è quello di minacciare un proprio collaboratore paventando la perdita del posto di lavoro, nel vano tentativo di spingerlo a migliori performance. Ogni volta che accade, l'intera azienda subisce una grave perdita di valore.

Ecco perché 👇

 

Banner RiskBlog

 

Che cos'è la sicurezza psicologica 💡

La sicurezza psicologica è la possibilità di sbagliare senza il timore di conseguenze negative a livello di immagine in azienda e di prospettive di carriera.

Quando tutte le persone nel team si sentiranno rispettate e accettate, senza paura di sbagliare, allora il leader avrà creato un ambiente ideale di sicurezza psicologica.

Solo sentendosi sicure, infatti, le persone sono disposte a chiedere feedback ed offrire sinceri punti di vista, ammettere apertamente i propri errori e imparare gli uni dagli altri velocemente 🔄 Ciò crea team con performance sopra la media e con persone che amano lavorare insieme.

Maggiore creatività e innovazione, maggiore efficacia organizzativa e profondo impegno 👉 l'aumento delle performance è solo la logica conseguenza.

I ricercatori di Google hanno individuato cinque dinamiche chiave sempre presenti in team efficaci: la sensazione di sicurezza psicologica è ai vertici.

“Questa è stata considerata la dinamica più importante in un team efficace. Le persone che non si sentono psicologicamente sicure si preoccupano e temono che assumersi dei rischi significhi essere incompetenti, negativi o distruttivi. Sicurezza psicologica significa sentirsi sicuri di ammettere errori, porre domande o offrire nuove idee ".

Affinché questo accada, bisogna strutturare la propria organizzazione in modo inclusivo.

 

📌 Non esiste sicurezza psicologica senza apertura mentale e inclusione.

 

Perché la sicurezza psicologica esista, l'ambiente di lavoro deve essere aperto e favorevole all'inclusione. Idee diverse, opinioni contrastanti e punti di vista trasversali aiutano il team a crescere e devono essere incentivati.

Se la cultura aziendale non stimola tutte le persone ad esporsi per quello che sono, l'ambiente di lavoro spingerà i collaboratori a soffocare l'onestà e ad attivare un "meccanismo da yes-man" che non fa crescere l'organizzazione.

Il miglioramento continuo è infatti uno dei maggiori benefici derivanti dalla creazione di una cultura diversificata nel team (DEI).

 

Sicurezza-psicologica

Da dove partire🤔

Poiché la costruzione di un ambiente in grado di dare sicurezza non può avvenire senza organizzazione, ecco quattro modi per incoraggiare tutti i componenti del team ad avere fiducia e sentirsi protetti dall'azienda.

 

  1. Ascolta ogni collaboratore 👂
    Se fai parte della categoria dei leader estroversi, cioè di quelli che hanno la tendenza a saltare nelle conversazioni senza ascoltare, prova ad evitare la tentazione ed ascoltare ogni membro del team. Ogni parola scambiata è l'opportunità per imparare perché potrebbero non sentirsi a proprio agio e come potresti fare ad offrire loro uno spazio sicuro. Molti leader sfruttano il momento dei 1-to-1 per riuscirci.
  2. Promuovi la trasparenza 📢
    Celebrare le vittorie è un'esperienza positiva che unisce le persone, ma non bisogna evitare di parlare trasparentemente anche delle sconfitte. Ridefinisci l'aspetto del fallimento nella tua organizzazione consentendo alle persone di imparare da esso. Questo non solo aiuterà tutti a collaborare più agevolmente, ma supporterà la resilienza e la sensazione di sicurezza.
  3. Non nascondere le preoccupazioni 🙋‍♀️
    Offri ai dipendenti lo spazio per esprimere le loro preoccupazioni e scrivete insieme tutti i rischi connessi agli obiettivi. Molto spesso ciò che più ci preoccupa è la paura dell'ignoto: una volta scritto, un rischio futuro può invece essere affrontato insieme, grazie alla collaborazione di tutti.
  4. Vietato dare colpe e litigare
    Chi fa, sbaglia. La paura dell'errore non deve diventare un ostacolo per la squadra e il modo migliore per incoraggiare le persone a non aver paura di sbagliare è vietare di colpevolizzarle quando succede. Nei team sicuri non esistono colpe ma solo problemi da risolvere.

Questo video può aiutare: https://www.ted.com/talks/simon_sinek_why_good_leaders_make_you_feel_safe

 

Passare ad un ambiente inclusivo e psicologicamente sicuro richiede uno sforzo collettivo da parte di tutti i membri del team, ma soprattutto richiede un'organizzazione strutturata da parte del leader.

Per creare un team sicuro il mio consiglio è di utilizzare il framework OKR: il sistema di gestione basato sugli obiettivi trasparenti. Offrendo al team degli obiettivi chiari e condivisi, si favorisce istantaneamente inclusione e coinvolgimento di tutti. Se vuoi approfondire la metodologia OKR puoi farlo 👉QUI.

 

Per capire come poterla implementarli all'interno del tuo team puoi seguire questo corso gratuito👉 "Come inserire gli OKR in un team da remoto in meno di un'ora" 📽️ 🍿
Oppure provare grazie a RiskHub, un performance management tool che consente di far crescere i risultati del team e la felicità di tutti i collaboratori. Provalo gratis! 😍

Ti potrebbero interessare anche:

Remote Working motivazione

Né remoto né ufficio: come gestire i team ibridi

La maggior parte delle aziende italiane durante il 2020 si è attrezzata per lavorare da remoto.

OKR motivazione

Dimentica gli obiettivi passati: ecco perché

Valutare le persone in base agli obiettivi raggiunti è dannoso 🙅