Canvas blog

RiskBlog

Come creare un'azienda che i dipendenti AMANO ❤️

close
Scritto da William Zisa
il giugno 11, 2020

Negli ambienti di lavoro è entrata da poco una nuova sigla: DEI, cioè Diversity, Equity e Inclusion.

 

La diversità e l'inclusione sono concetti molto utilizzati nelle iniziative di marketing, perché capaci di creare emozioni nel pubblico, ma troppo spesso ignorati nella gestione dell'organizzazione. Tuttavia, la DEI può essere una grande arma a disposizione dei leader se sfruttata.

Per cogliere le potenzialità di un team inclusivo e con tante differenze tra i membri (genere, nazionalità, cultura), un leader deve anzitutto comprenderne il valore...facciamolo insieme ⭐

Banner RiskBlog

Che cosa significa la sigla "DEI"

DEI è un acronimo composto da tre concetti base:

  • Diversity: la presenza di differenze. In un team ci si riferisce a differenze psicologiche, fisiche e sociali tra gli individui. Un gruppo, una comunità o un'organizzazione diversificata è quella in cui esiste una varietà di caratteristiche sociali e culturali, che convivono tra loro.
  • Equity: garantire a tutti l'accesso allo stesso trattamento, opportunità e avanzamento di carriera. L'equity mira ad un'organizzazione meritocratica, senza ostacoli che impediscano la piena partecipazione di tutti. Le barriere possono presentarsi in molte forme, anche legate a pregiudizi.
  • Inclusion: avere un atteggiamento di inclusione nel gruppo. L'inclusion non è sempre collegata alla diversità, infatti, puoi avere un team diversificato di talenti, ma ciò non significa che tutti si sentano benvenuti o apprezzati.

📌 Diversità, equità e inclusione sono principi che si rafforzano a vicenda all'interno di un'organizzazione e che si possono ottenere grazie ad una cultura aziendale basata sugli obiettivi.

L'attenzione alla diversità non è sufficiente se non supportata da una strategia che la tuteli e la stimoli, così come il senso di appartenenza (inclusione) e la percezione di equità da parte dei membri del team.

 

L'importanza della DEI in un team distribuito

Le organizzazioni che non implementano pratiche DEI perdono l'opportunità di sfruttare l'enorme potenziale che si genera dall'incontro di persone con background differenti ma unite da un unico scopo. Secondo lo studio Unrealized Impact, team diversificati sono più innovativi e prendono decisioni migliori - se ben gestiti.

Un altro studio condotto da McKinsey & Company, poi, ha scoperto come le organizzazioni con una maggiore diversità razziale e di genere generano maggiori entrate da vendite, hanno più clienti e maggiori profitti 🚀

 

 

Diversita-team

 
I vantaggi economici di apprezzare la diversità

I programmi DEI sono un aspetto essenziale per la costruzione di dipendenti motivati e felici. Le organizzazioni con climi diversificati hanno più alte probabilità di generare soddisfazione lavorativa, trasmettere fiducia e ricavarne impegno incondizionato dai membri.

 

Non è solo il morale delle persone che aumenta quando l'organizzazione viene percepita come inclusiva e priva di pregiudizi ma anche i risultati economici, infatti:

  • Capiscono di più i propri clienti👨‍👩‍👧‍👦
    I team hanno il 158% di probabilità in più di comprendere a pieno i clienti target quando hanno almeno un membro che rappresenta il sesso, la razza, l'età, l'orientamento sessuale o la cultura del target stesso.

  • Sono più innovative 💡
    Le aziende con una maggiore diversità nella gestione hanno guadagnato, in media, il 38% di entrate in più rispetto alle società con una diversità inferiore. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che l'incontro tra diversi generi / Paesi di origine / percorsi di carriera e background settoriale generano più innovazione nel team.

  • Attraggono i migliori talenti 🎽
    Le organizzazioni che si collocano nella top 25 in termini di diversità di genere tra i team leader hanno il 21% in più di probabilità di essere redditizie e il 27% migliori nella creazione di valore ma, soprattutto, attraggono i talenti migliori - perché ognuno è libero di essere realmente sé stesso senza essere giudicato.

Avere un team diversificato sotto tutti i punti di vista, da quelli personali a quelli professionali, può essere quindi un vantaggio importante: per raggiungerlo però il leader dovrà dare al gruppo uno scopo comune, definendo obiettivi chiari e trasparenti.

 

Se il leader riesce a fare sentire persone tanto distanti tra loro come parte di un unico gruppo, avviene la magia 🎩 per riuscirci è importante che la missione aziendale sia trasversale, in grado di essere compresa e perseguita da ogni membro a prescindere dal proprio background.

Per questo le mission più efficaci sono quelle che riguardano l'eticità, la solidarietà e un futuro migliore per tutti.

 

Da dove iniziare per essere più inclusivi

Ci sono tre passaggi per iniziare subito:

1️⃣ trovare una mission inclusiva e trasversale

2️⃣ inserire nel proprio team un sistema per obiettivi OKR, in grado di focalizzare tutti su obiettivi che accomunano e non su particolari che allontanano le persone

3️⃣ organizzare ogni mese delle iniziative di inclusione e monitorare con costanza i propri parametri di diversità (KPI)

 

Con un sistema OKR per obiettivi, i team definiscono facilmente i propri, oltrepassando confini e differenze. Se vuoi approfondire la metodologia OKR leggi QUI, se invece vuoi provarla oggi nel tuo team puoi farlo con RiskHub.
Se inizi la prova gratis di 14 giorni puoi - finalmente - definire gli obiettivi dell'azienda, compresi quelli per creare un ambiente inclusivo al 100% 😉

Ti potrebbero interessare anche:

OKR

Come aumentare le performance di prodotto facendo test con gli OKR

E' normale e fisiologico, quando si decide di creare qualcosa di nuovo, come può essere un software, o di buttarsi in un...

OKR

Come risolvere i conflitti nel team con conversazioni costruttive

Può capitare a tutti di affrontare conversazioni complesse all'interno di un team: è questo il prezzo da pagare per esse...

OKR Remote Working

Perché è difficile dare fiducia e come iniziare a farlo

Purtroppo capita di frequente che in azienda si percepisca una forte mancanza di fiducia: i manager non la concedono ai ...